La gestione del conflitto

Il contrasto derivante dalla gestione dei conflitti può trasformarsi in opportunità di crescita e arricchimento.
Nell’ambito aziendale un conflitto non gestito rallenta il raggiungimento degli obiettivi, abbassando la performance dei singoli collaboratori.
Un conflitto inoltre può diventare “materiale infiammabile”, pronto a riaccendersi in qualsiasi momento peggiorando il clima lavorativo.
Un’azienda virtuosa affronta le situazione conflittuali appena sorgono, in modo da capire immediatamente i bisogni sommersi che lo hanno generato.

• Identificare un conflitto e le sue cause
• Attenuare l’impatto negativo di una escalation conflittuale
• La metacomunicazione conflittuale e i bisogni sommersi
• Riconoscere le diverse tipologie di conflitto: conflitto di relazione, di contenuto e di valori
• Confinare il conflitto evitando il “contagio”
• Piano razionale e piano emotivo: dinamica di gestione
• Le tecniche di ascolto a supporto di una comunicazione non conflittuale
• Le parole killer che alimentano i conflitti
• Fare delle situazioni conflittuali un motivo di crescita personale e professionale